Non aver paura del buio.

Sally Hurst è una bambina introversa e solitaria appena giunta nel Rhode Island per vivere con suo padre Alex e la sua nuova compagna Kim in una villa del 19° secolo in ristrutturazione. Mentre esplora la grande residenza, Sally scopre una cantina rimasta nascosta fin dalla misteriosa scomparsa del costruttore della casa, avvenuta un secolo prima. Libera così, involontariamente, malvagie creature che vogliono trascinarla nelle oscure profondità dell’antica dimora. Sally deve convincere Alex e Kim che non si tratta di una fantasia, ma di una terribile realtà che incombe su tutti loro.

REGIA: Troy Nixey
SCENEGGIATURA: Guillermo del Toro, Matthew Robbins
ATTORI: Guy Pearce, Katie Holmes, Bailee Madison, Alan Dale, Julia Blake, Jack Thompson, Nicholas Bell

Avete presente i topolini dei dentini?
Ecco questo film parla di loro in chiave horror.
L’idea non sarebbe nemmeno tanto malvagia, peccato che è vista, rivista e stravista,ma non basta il   film è di una lentezza assurda con una trama cosi ovvia che fatico a credere che ci siano voluti due sceneggiatori per scriverla.
Abbiamo tutti gli elementi classici:
– casa antica con segreti
– giardino abbandonato
– bambina con problemi personali e figlia di genitori separati
– padre con compagna più giovane
– compagna più giovane che cerca di conquistare la figlia
Quanti elementi innovativi!!!
E come li mescoliamo insieme?
Mettiamo che la figlia con problemi caratteriali risveglia i topini dei denti zombie e che quelli fanno di tutto per portarla con loro, lei si salva grazie al padre e alla compagna a prezzo di un estremo sacrifico.
In pratica ho descritto la trama di almeno una decina di film.
Vedendolo sentivo il tempo sfuggire via e pensavo a quante cose più utili c’erano da fare (elencare le spezie in cucina, controllare la lunghezza dei rotoli di carta in bagno, verificare la potenza delle lampadine in casa etc etc) ma eroicamente sono rimasto fino alla fine, ecco questo significa resiste all’orrore.
Pensate che sia tutto brutto e non meriti di essere visto?
No, non è cosi, i primi 6 minuti e la scena ambientata durante la cena di lavoro sono piacevoli, con poco più di 10 minuti avrete visto tutto il film.
Per carità, basta importare questa roba.

Giudizio 4/10

Annunci

One thought on “Non aver paura del buio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...