Hugo Cabret

Hugo Cabret è un ragazzino orfano che vive da solo nei meandri di una stazione ferroviaria parigina negli anni Trenta. Dopo essersi imbattuto in un macchinario da ricostruire e in una ragazza eccentrica, il ragazzino entrerà in contatto con un anziano e misterioso gestore di un negozio di giocattoli, finendo risucchiato in una magica e misteriosa avventura. Hugo Cabret racconta l’avventura di un ragazzo pieno di inventiva, che mentre cerca la chiave per far luce su un segreto legato alla vita di suo padre, finisce per migliorare quella delle persone che lo circondano, trovando inoltre un luogo che può chiamare finalmente ca
GENERE: Avventura, Fantastico
REGIA: Martin Scorsese
SCENEGGIATURA: John Logan
ATTORI:
Asa Butterfield, Ben Kingsley, Chloe Moretz, Sacha Baron Cohen, Ray Winstone, Emily Mortimer, Johnny Depp, Christopher Lee, Michael Stuhlbarg, Helen McCrory, Jude Law, Richard Griffiths, Frances de la Tour, Angus Barnett, Eric Moreau

Non sempre i film candidati agli Oscar sono film belli, cosi come non sempre l’academy ha avuto la giusta percezione su quello che fosse realmente un film da premiare.

Eppure in questo caso hanno visto giusto, Hugo è un film da vedere, rivedere e rivedere, notando prima la sfumatura della storia, poi le citazioni cinematografiche, poi i dettagli stilistici e ancora le scenografie, le tecniche di ripresa, i costumi e le luci, e gli stupendi attori tra cui un meraviglioso Ben Kingsley.

La storia inganna, dopo la bellissima ripresa iniziale si ha subito l’impressione che si tratti di un film per ragazzi, classica storia del ragazzino solo che cerca un segno dal suo passato e invece alla fine diventa una dichiarazione d’amore per il cinema, quello che è davvero cinema, quello che ha creato generazioni di cinefili che rimanevano (e rimangono) affascinanti vedendo creati i loro sogni e le loro fantasie su uno schermo.

E infatti Scorsese di quelli parla, dei cinefili, di coloro che non dimenticano un regista anche se sono passati decenni e che a distanza di tanto tempo sono emozionati ed esaltati come se fosse una prima visione, non c’è cosa più triste per chi si occupa di cinema di vedere quelle recensioni o anche commenti cosi freddi e tecnici spesso accademici che snaturano il senso supremo del cinema : la magia.

Tornando al film, ci sarebbe da parlarne per ore, ed è difficile comunicare la sensazione di meraviglia e commozione nel rivedere alcuni filmati storici, forse proprio il sorriso candido e quasi imbarazzato di Ben Kingsley riesce a rappresentare l’innocenza e la fanciullezza del cinefilo di fronte alla sua passione più grande.

Riassumendo: se amate il cinema è il film che fa per voi, se amate le belle storie è film che fa per voi, se amate gli effetti speciali e volete un film premiato è il film che fa per voi.

Lunga vita a Hugo.

 

Giudizio 10/10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...