Chronicle

Andrew, Matt e Steve sono adolescenti comuni, con cui tutti possono identificarsi; ognuno di loro ha una personalità ben distinta con cui affronta le normali difficoltà legate alla scuola, alle nuove amicizie, in una fase della vita in costante evoluzione. Sono imperfetti, goffi e un po’ avventati. Sono come noi, e come molti di noi, sono ossessionati all’idea di raccontare la loro vita, sia gli eventi più ordinari, sia – come nel loro caso – quelli più straordinari. Perché Andrew, Matt e Steve s’imbattono in qualcosa che trascende la loro comprensione e quella di chiunque altro. I tre ragazzi, infatti, improvvisamente sviluppano incredibili capacità telecinetiche: per dirla nel linguaggio dei fumetti, sono dotati di superpoteri! I ragazzi diventano praticamente capaci di qualsiasi cosa. Possono muovere gli oggetti con la forza del pensiero e scaraventare in aria automobili solo con la volontà. Imparano persino a volare realizzando così il loro sogno più grande. Ad un certo punto però la faccenda si complica.
GENERE: Drammatico, Fantascienza, Horror
REGIA: Josh Trank
SCENEGGIATURA: Max Landis
ATTORI:
Michael B. JordanDane DeHaanMichael KellyAshley HinshawAnna WoodAlex RussellJoe VazLuke TylerBo PetersenRudi MalcolmCrystal-Donna RobertsAdrian CollinsGrant PowellArmand Aucamp,Nicole BaileyLynita CroffordMatthew Dylan RobertsRoyston StoffelsPatrick Walton Jr.Lance Elliot

 

Diceva Ben Parker a suo nipote Peter (Spiderman per gli amici) : Da un grande potere derivano grandi responsabilità.

Il film si concentra proprio su questo, se prendi tre ragazzi normali , che rientrano nelle categorie standard (sfigato – mezzo sfigato – vincente) e gli dai dei superpoteri , la rabbia verrà a galla nello sfigato, il vincente pagherà il prezzo più alto (nei fumetti sarebbe il contrario creando un supercattivo classico) e il mezzo sfigato vive bilanciandosi tra i suoi tormenti.

Il  film è semplice ,volendo poteva diventare un Bowling a Columbine oppure un nuovo Xmen e invece prende una strada più intimistica e personale, in cui l’occhio e il muro della telecamera diventano elemento narrante, troppe riprese alla Cloverfield ma superato questo il film risulta godibile tranne per lo stupido finale, davvero insipido e senza carattere.

Una bella idea sfruttata poco, diciamo che se fossi uno sceneggiatore di bassa lega aggiungerei zucchero in abbondanza e farei diventare il tutto un telefilm per teenager di grande successo.

Vedetelo senza aspettative.

P.s.

non metto più i voti, sono odiosi e troppo impegnativi.

P.p.s.

a volte commetto errori notevoli , proprio perché scrivo di getto senza programmare nulla, ma giuro che quando scopro la magagna la metto apposto… perdono.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...