TED

 

John è un ragazzino senza amici, che nel giorno di Natale esprime il desiderio che l’orso di peluche che i suoi gli hanno regalato diventi vero. La magia avviene, e nel corso degli anni John e Ted restano inseparabili. Ma quando quest’ultimo inizia a diventare un problema nei rapporti tra John e l’amatissima fidanzata Lori, si renderà necessaria una scelta. Dall’autore dei Griffin e American Dad, Seth MacFarlane, arriva una commedia sull’immaturità e l’amicizia, con l’orsacchiottone più ribaldo, simpatico e mattoide della storia del cinema.
GENERE: Commedia
REGIA: Seth MacFarlane
SCENEGGIATURA: Seth MacFarlaneAlec SulkinWellesley Wild
ATTORI:
Mark WahlbergMila KunisGiovanni RibisiSeth MacFarlaneLaura VandervoortPatrick Warburton,Joel McHaleJessica StroupMelissa OrdwayAedin MincksMatt WalshJessica BarthBill Smitrovich,Patrick StewartBretton ManleyRalph GarmanAlex BorsteinGinger GonzagaJohn Viener

 

E ci siamo il buon Seth, dopo una serie di grande successo (I Griffin), dopo una serie di basso successo (American Dad) e dopo una serie che lascia il tempo che trova (The Cleveland show) , ha tirato fuori un film… che è un bel film.

E se lo dico io che odio tutto potete crederci.

Ora pensavo di dare una spiegazione psicologica del film, del ruolo dell’orsetto rispetto al fatto che il protagonista a 35 anni ancora vive come un adolescente o dei rapporti che legano la coppia a questa situazione di adolescenza tardiva… ma, mi sono reso conto che era estremamente noioso e se scriverlo era noioso figurati come si sarebbero sentiti quei pochi lettori, quindi cambiamo rotta e parliamo di essere buoni e di dire le cose buone che fanno felici tutti, tipo che siamo tutti uguali anche gli ebrei ma non i messicani e se apriamo un ristorante facciamo entrare tutti anche gli ebrei ma non i messicani (e questo è proprio uno dei dialoghi del film) , un film cattivo e scorretto come le puntate dei Griffin e che in alcuni casi riprende (l’elenco dei nomi o il citare Peter) ma non solo per una volta (evviva) , il doppiaggio italiano ha fatto si che la voce di Ted sia la stessa di Peter Griffin , rendendomi molto felice.

 

Come la foto può facilmente far intuire non è un film per genitori con bambini al seguito, ma se avete dei bambini che apprezzano questo film, vuol dire che avete fatto bene a metterli al mondo, il simpatico Ted riesce a essere la parte più sincera di noi, quella che di fatto vorremmo tenere con noi e far parlare al momento giusto ma è anche quella che dobbiamo sacrificare per “crescere” ovvero diventare degli ingranaggi di un sistema ormai generazionale e che ci impedisce di dire questo:

Il direttore: “Hai avuto un rapporto sessuale con una tua collega sopra a prodotti alimentari che noi vendiamo al pubblico?”
Ted: “La settimana scorsa l’ho trombata con una zucchina e poi l’ho venduta ad una famiglia con quattro bambini piccoli”
Il direttore: “Ci vuole fegato. A noi occorre fegato, percio ti promuovo!”
Ted: “Tu hai un sacco di problemi, lo sai?”

O questo:

“Accidenti, scusa! Sono un cafone: loro sono Angelique, Everly, Sheryl e Sauvignon Blanc! Sono Escort! Che spettacolo, in giro da qualche parte ci sono quattro pessimi padri che vorrei ringraziare per la magnifica serata!”

Per non parlare della cacca filosofica che segue la scena successiva, insomma un gran bel film, che va assolutamente rivisto che avete abbastanza cervello e se non vi siete arrotolati in una coperta di buonismo disneyano e retorico, però anche per voi alla fine del film ci sarà qualcosa che vi permetterà finalmente di spremere quella lacrimuccia sempre pronta.

Parliamo degli attori: abbiamo la Kunis che guadagna sempre più spazio nel cinema, grazie alle sue “doti” di grande attrice e degli occhi a 16:9 formato panoramico e Mark – MaxPayne – Wahlberg che stupisce per le capacità comiche , a questo si aggiungono una serie di spalle che sono di perfetto supporto al film, compreso un redivivo Sam J – Flash Gordon – Jones , che inneggia al sesso e alla droga libera con sottofondo dei Queen , una Norah Jones sexy e un Tom Skerritt ironico ed autoironico.

 

Ted: Wow, look at you! Half Muslim and half American and you sold 37 million records!
Norah Jones: Actually, I’m half Indian half American, but thanks.
Ted: Thanks for 9/11!

E con questo chiudo, chi non se lo vede è una cacca sopra il pavimento!

Annunci

One thought on “TED

  1. Pingback: Un milione di modi per morire nel West (A million ways to die in the West – 2014) | 70millimetri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...