Argo

argo

 

 

Il 4 novembre 1979, mentre la rivoluzione iraniana raggiungeva l’apice, un gruppo di militanti entra nell’Ambasciata USA in Tehran e porta via 52 ostaggi. In mezzo al caos, sei americani riescono a fuggire e si rifugiano a casa dell’Ambasciatore del Canada. Ben sapendo che si tratta solo di questione di tempo prima che i sei vangano rintracciati e molto probabilmente uccisi, Tony Mendez, un agente della CIA specialista in azioni d’infiltrazione, mette in piedi un piano rischioso per farli scappare dal paese. Un piano così inverosimile che potrebbe accadere solo nei film.
GENERE: Commedia, Drammatico
REGIA: Ben Affleck
SCENEGGIATURA: Chris Terrio
ATTORI:
Ben Affleck, John Goodman, Alan Arkin, Bryan Cranston, Kyle Chandler, Rory Cochrane, Kerry Bishe,Christopher Denham, Tate Donovan, Clea DuVall, Victor Garber, Zeljko Ivanek, Richard Kind, Scoot McNairy

a2

Storia vera, ben raccontata o quanto meno raccontata fedelmente; infilarsi nella politica di altri paesi spesso porta spiacevoli conseguenze e ancora una volta questo ne è l’esempio, non volendomi dilungare sul fatto politico parlo del film, ho letto e sentito critiche positive e devo dire che il film non è affatto male, non è un capolavoro ma si fa guardare, forse o sopratutto per chi ama il cinema, dato che è il cinema il reale protagonista del film.

Affleck fa il suo dovere come regista e gira un credibilissimo film con un taglio anni 70 (tipo i classici con Caine) , molto veloce ma forse un po superficiale, non fraintendetemi il rischio di tirar fuori un polpettone pieno di ideologia c’era, ma puntare solamente sul cardiopalma secondo me non rende fino in fondo, ciononostante è sicuramente un film che merita di essere visto.

a3

 

Ben fatta la scena finale, davvero da togliere il fiato.  Bravi gli attori anche se forse potevano essere approfonditi un po di più ma ancora una volta si sarebbe persa la “tensione” legata alla storia, bello rivedere un sempre più “cameista” John Goodman e piacevole rivedere la DuVall con occhiali e capello nero, per Affleck vale la famosa battuta dedicata a Clint Eastwood : ha solo due espressioni col cappello e senza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...