La Cosa – The Thing (1982)

JohnCarpentersTheThing1982

 

E’ già dura e difficile la vita di un gruppo di 12 scienziati in una base americana dell’Alaska. A renderla del tutto impossibile arriva all’improvviso la “cosa”, una sostanza vivente che le radiazioni atomiche hanno dissepolto dopo millenni di silenzio sotto i ghiacci eterni dell’Artide. La “cosa” tenta di aggredire animali ed esseri umani e di assumere di volta in volta le loro sembianze. Ben presto mostruose apparizioni e orrende morti convincono gli ospiti della base che tra di loro c’è un contagiato dalla “cosa”. Comincia così un gioco di massacro fatto di sospetti, di diffidenze, di vendette.
GENERE: Fantascienza, Horror
REGIA: John Carpenter
SCENEGGIATURA: Bill Lancaster
ATTORI:
Keith David, Richard Dysart, Charles Hallahan, David Glennon, David Moffat, Wilford Brimley, Peter Maloney, Joel Polis, Kurt Russell, Thomas G. Waites, T.K. Carter

Se ami la fantascienza devi aver visto questo film, se ami l’horror devi aver visto questo film, se ami Carpenter devi aver visto questo film, se ami il cinema devi aver visto questo film.

Iniziare a parlare di “The Thing” è molto difficile perché è cosi forte l’amore e la passione verso questo titolo che rischierei di essere poco obiettivo e di scrivere come l’ultimo dei fan-boy, eppure non si può negare la grandezza di questo film, che aumenta nel corso degli anni, infatti se al cinema ebbe un buon successo, fu grazie al mercato dell’home video e quello televisivo che divenne un cult.

kurt

 

Oggi viene riproposto (e cosi l’ho visto io) in blu ray , ed è una gioia per gli occhi e le orecchie vista l’ottima conversione,a questo si aggiungono tanti extra tra cui un lungo documentario con interviste al cast (attori e tecnici) che ne aumenta (se possibile) il godimento.

 

the-thing1

La Cosa nasce da un racconto di J.W.Campbell,portato per la prima volta al cinema nel 1951, la versione del ’51 fu di ispirazione per il giovane Carpenter e cosi tanti anni dopo decise di portarlo sullo schermo, per una strana coincidenza uno dei suoi fan si presentò sul set chiedendo di poter lavorare con lui, ebbene il saggio John gli disse di presentarsi a lavoro il giorno dopo e cosi gli effetti speciali vennero curati da Rob Bottin (non è uno pseudonimo) .

the-thing3

Un Artista di 20 anni con una capacità immaginifica fuori dal comune, è difficile trasmettere quanto sia accurato e prezioso il lavoro svolto da Bottin ed è un arte che è scomparsa per sempre, infatti oggi nessuno fa più gli effetti speciali con genio,spirito artigiano,gelatina e colori, oggi si mettono un centinaio di persone davanti a un pc ed è fatto l’effetto speciale (brutto). Le opere che ha creato per il film, alcune esposte nei musei del cinema, sono vere e proprie statue semoventi ispirate a delle storyboards create per la produzione e che raggiungono un grado di realismo e accuratezza oggi difficilmente riproducibile. L’intuizione e l’innovazione che Rob Bottin ha portato a questo film è 50% del suo successo ed è un esempio per tutto il cinema. Il geniale Rob Bottin dopo alcune delusioni cinematografiche si è dedicato a vivere come un eremita e ha lasciato il cinema nel 2002, una perdita assoluta.

thing-1982-05-g1

 

Torniamo al film, tutto al maschile in cui la claustrofobia e la paranoia sono gli elementi principali, ma anche l’idea del virus invisibile e contagioso tira in ballo la grande paura (AIDS) che da li a qualche anno investirà il pianeta. Trovo inutile raccontare la trama di un film arcinoto ma voglio aggiungere altri particolari degni di nota, la colonna sonora come in tanti altri film di Carpenter, è semplice,essenziale ma perfetta e si amalgama alla storia. Gli attori sono tutti bravissimi , spicca Russell ma anche l’accigliato Brimley che rivedremo in Cocoon.

the-thing

 

Consiglio di rivedere questo film in alta definizione, è davvero un esperienza unica ed ti fa capire come il grande cinema non abbia età o genere ,ma sia solo arte che rimane immutabile nel tempo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...