Hotel Transylvania

48989

 

Benvenuti all’Hotel Transylvania, il sontuoso resort a cinque stelle di Dracula dove i mostri e le loro rispettive famiglie possono divertirsi, liberi di essere sé stessi, senza alcuna presenza umana a dar loro fastidio. Durante uno speciale fine settimana, Dracula invita alcuni dei mostri più famosi del mondo a celebrare insieme il 118mo compleanno della figlia Mavis. Tra questi, Frankenstein e consorte, la Mummia, l’Uomo Invisibile, una famiglia di lupi mannari, e tanti altri. Per Drac, intrattenere tutti questi mostri leggendari non è certo un problema, ma il suo mondo sembra sgretolarsi quando all’albergo arriva un ragazzo che si prende una bella cotta per la giovane Mavis.
GENERE: Animazione, Commedia, Family
REGIA:Genndy Tartakovsky
SCENEGGIATURA: Dan Hageman, Kevin Hageman
ATTORI:
Adam Sandler, Selena Gomez, Steve Buscemi, Kevin James, David Spade, Andy Samber

Dall’autore delle Superchicche, ecco un film d’animazione che riprende tutte i cliché degli horror classici. Dracula (con l’aspetto di Christopher Lee e il viso di Lugosi) si ritrova a dover affrontare la maturità (118 anni…) della figlia e la sua voglia di scoprire il mondo, cosa da lui temuta visto un triste passato, eppure col tempo e col contatto con uno strano “normale” inizia a ricredersi.

htmavis

Dietro il film per bambini si nasconde qualcosa di meglio, c’è una bella storia dei rapporti tra genitori e figli ma anche della vita familiare e si ride di gusto per la situazione da stress che vive il lupo mannaro con tutti i suoi cuccioli oppure di come viene trattato Frankenstein da sua moglie. Sembra come se l’autore voleva osare ma ha quasi timore di perdere il pubblico più giovane e quindi ci fa intravedere quello che poteva essere un film notevole, qualcosa che andava aldilà della storia, come fu il primo Shrek , purtroppo invece si rimane ancorati al film per ragazzi, con a volte delle cadute di stile (causate forse anche dal doppiaggio) paurose quando ci sono le parti cantate.

Hotel trans 1

Animazione assolutamente nella norma, nessun effetto particolare o caratterizzazione innovativa, fa piacere rivedere alcuni “mostri” e alcune trovate ricordano i vecchi giochi della LucasArts, tra tutti Grim Fandango (quando si vede il gruppo di suonatori messicani). Non è un film da buttar via, consiglio una visione per farsi due risate, possibilmente in lingua originale.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...