World War Z (2013)

World-War-Z-poster

La storia segue Gerry Lane, un impiegato delle Nazioni Unite, che gira il mondo in una corsa contro il tempo per fermare una epidemia che rovescia eserciti e governi e che minaccia di decimare la popolazione mondiale.
GENERE: Azione, Horror
REGIA: Marc Forster
SCENEGGIATURA: J. Michael Straczynski, Matthew Michael Carnahan
ATTORI:
Brad Pitt, Mireille Enos, Eric West, Matthew Fox, James Badge Dale, David Morse, Elyes Gabel, Michiel Huisman, David Andrews, Trevor White, Sterling Jerins, Daniel Newman, Nikola Djuricko, Pierfrancesco Favino

Quando un film riprende una tematica classica , in me si smuove una certa diffidenza quasi sempre motivata ma a volte no (Warm Bodies) , in questo caso ero molto prevenuto; parliamo di epidemia di zombie , con un budget enorme a disposizione e Brad Pitt???

Già immaginavo scene da far urlare di orrore qualsiasi fan di Romero e ancor peggio il tutto condito dal caschetto biondo di Pitt.

Effettivamente il caschetto biondo di Pitt c’è, ma il film non è niente male, anzi risulta piacevole. Ma andiamo con calma (ci sarà qualche spoiler…) : il sig. Lane ha avuto un passato lavorativo abbastanza movimentato , zone di guerra , terrorismo e quant’altro ma ne è sempre uscito illeso e tornava dalla sua famiglia (moglie e due figlie) , quindi pur conservando il suo addestramento militare trova un posto nelle Nazioni Unite, un giorno accompagnando la famiglia a scuola accade l’impensabile, sembra un attentato terroristico , gente che urla, corre e qualcuno di questi tipi azzanna gli altri (tutto ricorda le scene di massa di Indipendence Day) , il nostro eroe capisce che qualcosa non va e fugge con la famiglia fin quando viene recuperato dai suoi colleghi governativi, finiscono su una nave (e qui ricorda Resident Evil) , dopo saluta moglie e figlie e parte alla volta del paziente zero, ovvero quello che ha scatenato la pandemia e tra un viaggio in Corea a uno in Israele vediamo l’evolversi della vicenda e scopriamo una “sconvolgente verità” (frase fatta lo so…).

WORLD WAR Z

La trama è ovviamente banalotta e prende spunto dai film che ho citato e ovviamente dalle opere di Romero, anche se non c’è assolutamente sangue o splatter e persino gli zombie sono edulcorati , rimangono pregevoli le scene di massa zombesche , in particolare quella in Israele, che ricorda tanto i documentari sugli insetti.

Cosa c’è che non va?

Semplice… alcune incongruenze sulla trama, si capisce che il film porta il protagonista a notare i dettagli che porteranno appunto al finale, ma stupisce come all’inizio del film lui mentalmente conteggi i secondi che servono per far risorgere uno zombie, cosi come l’affermazione che l’unico modo per fermarli è il fuoco (e a Romero chi glielo dice?) eppoi durante il film gli sparano e li fermano. Sorvolando su queste incongruenze però ci troviamo di fronte a un buon film horror per tutti, niente eccessi e decisamente sopra la media che riporta in modo coerente il tema zombie al cinema.

World War Z Zombies - 0001

Non solo, si aggiunge anche l’aspetto politico e sociale di come affrontare un epidemia di questo tipo e trovo che forse questa sia la parte più interessante della storia, quel fondere la realtà di una nazione contro una epidemia che ha del sovrannaturale. Per concludere consiglio la visione a tutti gli appassionati di horror (ma non aspettatevi troppo horror) e a tutti quelli che vogliono vedersi un film sul genere di “28 giorni dopo” , non resterete affatto delusi.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...