Uomini di parola (Stand up guys – 2013)

Stand-up-Guys-poster

 

Dopo aver commesso vari crimini e aver passato più di 28 anni in prigione, Val (Al Pacino) è finalmente un uomo libero. Ad aspettarlo c’è il suo migliore amico Doc (Christopher Walken), anche lui ex galeotto. L’unico problema? Il loro vecchio boss ha dato a Doc 12 ore di tempo per uccidere Val, vendicando così la morte del suo unico figlio. I due amici decidono quindi di passare una notte d’addio, pensando bene di rimettere insieme la vecchia banda. E come passarla se non facendo evadere dall’ospizio Hirtsch (Alan Arkin) e riunendo il vecchio trio per un’ultima notte di follie tra bordelli, mafiosi polacchi e rapine in farmacie?
GENERE: Azione, Commedia
REGIA: Fisher Stevens
SCENEGGIATURA: Noah Haidle
ATTORI:
Al Pacino, Christopher Walken, Alan Arkin, Vanessa Ferlito, Julianna Margulies, Katheryn Winnick

Se dovessi dire come potremmo definire questa epoca, direi l’epoca della gerontofilia ma senza le connotazioni sessuali. Infatti ormai i protagonisti del nostro mondo, sono in media over 60 e non si può dire che sia tutta colpa loro che non vogliono passare la mano, ma è colpa anche delle nuove generazioni che di fatto non sono nulla di più che comparse nel teatro della vita.

stand-up-guys-173618l

In questo caso abbiamo un film con personaggi storici del cinema (bravissimi, immensi) con un effetto nostalgia molto più sano rispetto ai vari Stallone o Schwarznegger , complice un ironia spietata e geniale. Quindi ci troviamo catapultati in un road movie vecchio stile, senza moralismi o moralità ma solo con un enorme voglia di trasmettere la vita e il desiderio che continui con tutte le sue sorprese belle e brutte. Una notte folle vissuta da tre anziani amici, che riescono a essere dei gentleman ma anche dei criminali di una dolcezza che verrebbe voglia di seguirli fino alla fine. E proprio la mancanza di un finale è forse la cosa più meritoria del film che lascia allo spettatore decidere come deve finire la storia e se questo non è un atto d’amore per lo spettatore non saprei cosa potrebbe essere.

????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Insomma ci viene regalato un film che è una preziosità passata (tanto per cambiare) quasi in silenzio, che ha la capacità di colpire sia il cinefilo stagionato ma anche lo spettatore amante dell’action classico alla Walter Hill. Da vedere e rivedere e  avere sempre a portata di mano, finalmente un film per Pacino e non uno Pacino per un film. Grandioso Walken che come il vino più invecchia più risulta buono. Non ultimo un esplosivo Arkin a cui va tutta la mia ammirazione (vedendo il film capirete…).

Buona visione.

Advertisements

2 thoughts on “Uomini di parola (Stand up guys – 2013)

  1. Pingback: Il Grande Match (Grudge Match – 2013) | 70millimetri

  2. Pingback: Last Vegas (2013) | 70millimetri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...