I tre della Croce del Sud (Donovan’s Reef – 1953)

1

 

Quando a Haleakaloa isola della Polinesia, sbarca una ricchissima e puritana ragazza di Boston (Allen) per incontrarsi con il padre medico (Warden) che non ha mai visto, i suoi due amici ed ex commilitoni (Wayne e Marvin) decidono di non farle sapere che ha avuto tre figli da una principessa indigena ora defunta. Vogliono aspettare che ritorni e possa spiegare la sua seconda famiglia. Questa briosa e pittoresca commedia degli equivoci è uno dei film meno compresi e perciò più sottovalutati di Ford. S’è data troppa importanza al suo versante farsesco che è vistoso e spesso di grana grossa, trascurandone la complessa e latente struttura drammatica dove s’intrecciano i temi cari a Ford: la famiglia, la cultura, il passato militare, i rapporti interetnici, la religiosità.

  • GENERE: Commedia
  • ANNO: 1963
  • REGIA: John Ford
  • SCENEGGIATURA: James Edward Grant, Frank S. Nugent
  • ATTORI: Cesar Romero, Elizabeth Allen, Frank Baker,Edgar Buchanan, Marcel Dalio, Carmen Estrabeau,Dorothy Lamour, Cheryline Lee, Lee Marvin, Jacqueline Malouf, Yvonne Peattie, Chuck Roberson, Tim Stafford,Charles Seel, John Wayne, Patrick Wayne, Jack Warden, John Fong, Mike Mazurki

Ho dovuto guardare due volte questo film per farmi un idea di cosa realmente fosse, l’impressione iniziale è quella scritta nella trama, una commedia basata sulla contrapposizione di due vecchie volpi, Wayne e Marvin e infatti alla prima visione si nota solo quello con quella tipica ironia di Ford, ci si diverte davvero tanto.

2

Ma a una seconda visione vengono fuori altri aspetti della vicenda, l’amarezza del tempo che passa e del fatto che il mondo è cambiato, la necessità di ripristinare una famiglia che in modo grossolano si era disfatta, che non tutto gira sui pugni, sul whisky e sul fare i duri in mezzo a un paradiso tropicale.

Alla fine Ford racconta una storia familiare, un ricongiungimento tra culture diverse e buoni sentimenti, opera meritevole , minore per molti, dimenticata da tanti. Pur avendo un ambientazione estiva direi che potrebbe essere un ottimo film natalizio, da vedere.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...