La battaglia di Alamo (The Alamo – 1960)

1

L’azione si svolge nell’anno 1836, in una vecchia missione fortificata del Texas: Alamo. Nel forte si trovano dei volontari al comando di Jim Bowie e del colonnello W.B. Travis, ed un gruppo di uomini venuti dal lontano Tennessee al comando di David Crockett. Per ben tre giorni, 185 uomini lottano disperatamente contro un’armata messicana di 7000 uomini, comandata dal generale Antonio Lopez de Santa Ana. Tutti vengono uccisi. Ma il loro sacrificio eroico non sarà vano. Alcuni giorni più tardi, il generale Sam Houston potrà, grazie alla resistenza di forte Alamo, vincere l’armata di Santa Ana, e ridare l’indipendenza al Texas.

  • GENERE: Western
  • ANNO: 1960
  • REGIA:John Wayne
  • SCENEGGIATURA: James Edward Grant
  • ATTORI: John Wayne, Richard Widmark, Laurence Harvey, Frankie Avalon, Patrick Wayne, Linda Cristal,Joan O’Brien, Chill Wills, Joseph Calleia, Ken Curtis,Carlos Arruza, Jester Hairston, Veda Ann Borg, John Dierkes, Denver Pyle, Ruben Padilla, Olive Carey,Richard Boone, William Henry, Wesley Lau, Guinn ‘Big Boy’ Williams, Aissa Wayne, Bill Daniel, Hank Worden

Parlare del film “La battaglia di Alamo” significa parlare di un pezzo di storia del cinema, è uno dei punti di riferimento di tutta la carriera di John Wayne, che è anche regista (su un totale di 5 film diretti) di questo splendido film storico.

2

La storia è conosciuta e quindi è inutile soffermarsi più di tanto, quello che va riconosciuto a Wayne come regista è la grande capacità di non voler essere l’assoluto protagonista ma di porre al centro della storia la storia stessa, con un grandissimo spiegamento di mezzi e uomini in movimento (avrà una mano da John Ford per questo) , ma anche ironia e senso della famiglia.

3

Insomma una visione realistica senza eroismi o eroi, ma solo senso del dovere, che di fatto ha caratterizzato lo spirito americano più genuino. L’idea del sacrificio piuttosto che la resa o peggio ancora la fuga, è del tutto estranea a questa vicenda, bravissimi tutti gli attori, in particolare Widmark , Harvey e Avalon (nel ruolo del giovane Smitty). Una delle scene che più mi ha colpito, è una scena rara nella filmografia di Wayne, ovvero la morte del suo personaggio che di fatto non vediamo morire anche se chiaramente ce ne rendiamo conto, come a voler dire : non sta morendo , sta diventando legenda. Altra scena memorabile è la risposta a colpi di cannone , alla richiesta di resa fatta dall’esercito messicano, scena smuove anche i più distaccati degli animi.

Questo senso della storia, come un regalo fatto di onore, orgoglio e sacrifico senza pomposità ma con genuina sincerità rende questo film unico.

4

Il film è un omaggio al Texas, voluto a tutti i costi da Wayne e rimane tutt’ora la migliore trasposizione cinematografica della battaglia di Alamo. Le musiche sono del bravissimo Tiomkin che ripropone il Deguello di “Un dollaro d’onore” .

Ultima nota, nominato a 7 premi oscar, si è portato a casa solo quello per il miglior sonoro, un vero peccato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...