Un sapore di ruggine e ossa (De rouille et d’os – 2012)

1

Tutto ha inizio al Nord. Ali si ritrova solo con Sam, 5 anni. E’ suo figlio, ma lo conosce appena. Senza fissa dimora, senza soldi, senza amici, Ali decide di trovare rifugio presso suo sorella a Antibes, nel Sud della Francia. Lì le cose vanno decisamente meglio. Ali e suo figlio vengono ospitati dalla donna. Lei si occupa del bambino. Il tempo è bello. Dopo una rissa in un locale notturno, il destino di Ali incrocia quello di Stéphanie. Lui la riaccompagna a casa e le lascia il suo numero di telefono. Lui è povero, lei è bella e sicura di sé. E’ una principessa. Non hanno niente in comune. Stéphanie addestra orche a Marineland. Ci vorrà una tragedia per farli incontrare di nuovo. Quando Ali la rivede, la principessa è costretta su una sedia a rotelle: ha perso le gambe e tutte le sue illusioni.

  • REGIA: Jacques Audiard
  • SCENEGGIATURA: Jacques Audiard, Thomas Bidegain
  • ATTORI: Marion Cotillard, Matthias Schoenaerts, Céline Sallette, Bouli Lanners, Corinne Masiero, Jean-Michel Correia, Armand Verdure

Film che ho riscoperto casualmente su Sky ,ne avevo sentito parlare alla sua uscita ma l’avevo trascurato, non amo i film troppo intimisti moderni , spesso pieni di cliché.Riprendendolo però ho avuto modo di ricredermi almeno in parte, la trama offre qualche nuova idea anche se poi , il ruolo dei protagonisti si perde in una certa dose di banalità, quello che forse salva il film è proprio l’attrice protagonista (la bellissima Cotillard) che essendo molto amata dal pubblico attira al cinema.

2

Oltre ciò si può dire che il film rappresenta ancora una volta la vita oltre l’apparenza, tema già visto innumerevoli volte al cinema, cosi come il riscatto dopo la tragedia e il senso di rinascita, qua ovviamente senza falsi buonismi anzi con diverse trovate “ruvide” (dagli incontri alla faccenda delle telecamere) , che permettono ai protagonisti di essere degli antieroi perdenti, ma nell’ambito della storia di uscirne abbastanza bene. Indubbiamente non è un film facile, ma riesce a proporre un discorso impegnativo senza necessariamente essere pesante e deterrente verso lo spettatore medio.

In definitiva non saprei se consigliarlo o meno, tentate e magari fatemi sapere che ne pensate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...