Godzilla (2014)

1

L’epica rinascita dell’icona Godzilla della Toho, in questa spettacolare avventura, dalla Warner Bros. Pictures e Legendary Pictures, contrappone il mostro più famoso del mondo alle malvagie creature che, sostenute dall’arroganza scientifica dell’umanità, minacciano la nostra esistenza. Godzilla si svolge in continenti diversi e si dipana nel corso di decenni, seguendo l’impatto di una serie di misteriosi e catastrofici avvenimenti, attraverso l’occhio di un gruppo di persone intrappolati nell’epicentro.

  • REGIA: Gareth Edwards
  • SCENEGGIATURA: Frank Darabont, Max Borenstein,David Callaham
  • ATTORI: Aaron Taylor-Johnson, Bryan Cranston,Elizabeth Olsen, Ken Watanabe, Juliette Binoche, David Strathairn, Victor Rasuk, Sally Hawkins, C.J. Adams,Richard T. Jones, Brian Markinson, Al Sapienza, Patrick Sabongui, Christian Tessier

Quando si parla di remake io subito storco il naso, non mi piacciono e sopratutto i rimaneggiamenti fatti male (Star Trek) rendono furenti i cinefili e fan appassionati (come me) , e infatti l’ultima trasposizione hollywoodiana di Godzilla era risultata mostruosa e ridicola, portando sullo schermo un poco credibile Godzilla che ricordava più Jurassic Park che la vera origine del mostro. Quindi appena seppi di questo film, pur mosso da grande curiosità ero decisamente preoccupato, poi vedendo il trailer e notando le fattezze del mostro ho iniziato a sperare e alla fine le speranze sono diventate realtà. Infatti ci troviamo di fronte a una bella reinterpretazione del mito di Godzilla con un lucertolone davvero simile a quello originale (era Heisei) , e che caratterialmente dimostra la sua “amicizia” verso il genere umano.

2

Se pensiamo il significato morale di Godzilla, ovvero il condannare l’energia nucleare ma anche il pericolo che veniva dall’esterno (tipico messaggio giapponese) qui viene rispettato in modo a dir poco incredibile, facendo proprio riferimento (in uno dei momenti più belli) alla tragedia di Hiroshima. Dal punto di vista tecnico senza (l’odiata) CGI non si sarebbe potuto realizzare un film cosi, ma in questo caso (uno dei pochi) tutto è asservito alla trama senza necessariamente offrire un videogioco cinematografico allo spettatore, ma questi risultati non sono casuali e dettati da una mera fortuna, infatti se andiamo a vedere chi c’è alla regia, abbiamo l’inglese Gareth Edward, che ricordiamo per “Monsters”  , moralista e psicologico film di fantascienza di qualche anno fa, e che riporta anche in questo Godzilla una buona dose di morale ma stavolta bilanciata decisamente meglio. Alla sceneggiatura abbiamo l’inossidabile Darabont e si vede la sceneggiatura funziona alla grande portandoci per oltre 2 ore in compagnia di un lucertolone mitico che viene riscoperto in tutto il suo splendore. Ultima nota riguarda alcuni effetti visivi degni di nota, non parlo solo della visione in toto di Godzilla, ma alcune trovate come la discesa dei paracadutisti con i bengala , o il muso di Godzilla che compare nella nebbia, sono indimenticabili.

Insomma un gran bel film, che merita di essere visto.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...