Mario Bava: La frusta e il corpo (1963)

1

In un tetro castello vive l’aristocratica famiglia Menliff: il vecchio conte, il figlio Cristiano con la giovane moglie Nevenka e la nipote Katia oltre la governante e un vecchio servitore. Il ritorno al maniero dell’altro figlio del conte, Kurt, a suo tempo scacciato e diseredato per le sue scelleratezze, risveglia in Nevenka la passione per l’amante di un tempo. Kurt viene pugnalato alla gola. Il suo spirito comincia ad ossessionare Nevenka che crede di ricevere ancora le sue visite notturne e le sue torture.

  • REGIA: Mario Bava
  • SCENEGGIATURA: Ernesto Gastaldi, Ugo Guerra,Luciano Martino
  • ATTORI: Daliah Lavi, Christopher Lee, Tony Kendall, Ida Galli, Harriet Medin, Gustavo De Nardo, Luciano Pigozzi,Jacques Herlin

La frusta e il corpo stranamente mi ha riportato in mente quel melenso film che si chiama “Ghost” e in volendo ci sono dei punti in comune, ma sviluppati in modo molto più intelligente da Mario Bava, abbiamo un rapporto morboso tra una donna sposata e un nobile e il rapporto consiste proprio nel raggiungere l’eccitazione da parte di lei, sono con la violenza in particolare con la frusta che lui usava. Ma la situazione si complica quando lui viene misteriosamente ucciso eppure sembra ritornare per cercare vendetta e non solo. Quello che nasce come un film un po’ particolare, si addentra nell’horror ma solo per poi ritornare su quello che è realmente ovvero un giallo psicologico ben costruito.

2

E quando dico ben costruito dico sul serio, abbiamo fino all’ultimo dubbi su cosa stia veramente accadendo e solo gli ultimi minuti (pur lasciando un certo dubbio) abbiamo delle risposte. Sugli attori spicca il grandissimo Christopher lee che riesce sempre a essere sensuale come è sua natura a cui si contrappone la misteriosa daliah lavi. Grande film pieno di colpi di scena che riesce a ingannare come pochi ci riescono, lo spettatore dando solo all’ultimo una risposta (dubbiosa tra l’altro) , bellissima la colonna sonora, consigliata la visione a tutti.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...