Mario Bava: Sei donne per l’assassino (1964)

1

Massimo Morlacchi e Cristiana sono rispettivamente il direttore e la proprietaria di un atelier di moda nel quale lavorano alcuni impiegati e numerose indossatrici. Allo scopo di coprire un delitto compiuto nel passato e noto ad una delle ragazze, la uccidono in circostanze che inducono la polizia a sospettare di un presunto maniaco sessuale. La scoperta del diario della ragazza da parte di una collega, allarga la conoscenza del retroscena, ed i due criminali si vedono costretti a moltiplicare le vittime. La polizia ferma tutti gli uomini dell’atelier, ma poi è costretta a rilasciarli quando l’assassinio di un’altra ragazza dimostra l’innocenza dei fermati.

  • REGIA: Mario Bava
  • SCENEGGIATURA: Mario Bava, Giuseppe Barilla’,Marcello Fondato
  • ATTORI: Eva Bartok, Cameron Mitchell, Dante Di Paolo,Thomas Reiner, Claude Dantes, Harriet Medin, Mary Arden, Arianna Gorini, Franco Ressel, Luciano Pigozzi,Massimo Righi, Giuliano Raffaelli, Francesca Ungaro,Enzo Cerusico, Mara Carmosino, Nadia Anty, Lea Kruger, Heidi Stroh

Sei donne per l’assassino è il classico giallo pulp, con elementi tipici del periodo; in questo senso si respira a pieno la moda e il glamour degli anno 60. Mario Bava riesce in maniera sobria a raccontare una intrigata ma interessante catena di omicidi che finiscono con un colpo di scena, tipico del suo cinema. Quello che si apprezza è la particolarità di alcuni delitti, gli ottimi giochi di luce e il fatto che per un film degli anno 60 abbiamo delle scene che , ritengo, la censura dell’epoca abbia trovato davvero spinte.

2

In particolare l’omicidio nella vasca da bagno è davvero notevole ed estremamente morboso. Insomma un altro esempio di buon cinema, fatto con mezzi poveri ma con ottime idee. L’occhio più attento noterà quei giochi visivi fatti tra attori e manichini e alcune visioni indirette effettuate inquadrando gli specchi piuttosto che i soggetti, ebbene per chi ha buona memoria ci sarà un regista che grazie a questa trovata creerà il suo capolavoro,Dario Argento. Come sempre consiglio una visione, non ve ne pentirete.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...