Mario Bava: Terrore nello spazio (1965)

1

Due astronavi, la Argas e la Galleot, provenienti da un pianeta diverso dalla Terra, vengono attratte da un corpo celeste che da secoli lancia misteriosi segnali. Al momento dell’arrivo sul pianeta, gli uomini dell’equipaggio dell’Argas appaiono impazziti, e solo l’intervento energico del comandante impedisce il loro totale reciproco massacro. Riportato l’ordine, gli uomini dell’Argas raggiungono il Galleot e hanno modo di constatare che quanto ad essi era riuscito di evitare è invece accaduto ai loro colleghi. Nel corso di esplorazioni successive, gli astronauti hanno la netta impressione della presenza di minacciosi e invisibili esseri viventi. Mentre il professor Karan cerca di spiegare il mistero, alcuni uomini morti rivivono ed altri vengono trovati morti in circostanze allucinanti.

  • REGIA: Mario Bava
  • SCENEGGIATURA: Mario Bava, Callisto Cosulich,Antonio Román, Rafael J. Salvia, I.B. Melchior, Alberto Bevilacqua
  • ATTORI: Franco Andrei, Ángel Aranda, Federico Boido,Stelio Candelli, Alberto Cevenini, Norma Bengell, Evi Marandi, Mario Morales, Ivan Rassimov, Massimo Righi, Fernando Villena, Barry Sullivan

Siamo nel ’65, prima di Star Trek e prima di 2001 Odissea nello spazio, prima di Alien e prima di Spazio 1999. Insomma siamo agli albori della fantascienza moderna a colori, perché prima ancora esisteva il bianco e nero , fatto di formiche e mantidi giganti, di alieni simili a barattoli e con effetti visivi raramente di buona qualità.

Mario Bava aveva già iniziato la sua produzione cinematografica e pensò di cimentarsi in un film di fantascienza, con ottimi risultati, tanto buoni che poi verranno copiati in seguito.

Vi dice nulla il fatto che dei morti risorgono dalle tombe?

Che degli alieni ostili vogliano impossessarsi di corpi umani per invadere altri pianeti?

2

 

Non voglio dire altro… dico solo che siamo di fronte a un precursore, che non solo ha confermato la bravura di Bava, ma ha portato tante buone idee che allieteranno o se volete terrorizzeranno gli spettatori di tutto il pianeta. Lo stile di Bava è inconfondibile, si potrebbe addirittura parlare di stile cromatico, i suoi film hanno degli effetti luce che sono quasi una firma, oltre ciò abbiamo dei costumi che negli anni 70 saranno molto amati dalle produzioni di fantascienza inglese. Ma non finisce qui l’ambientazione e quindi la struttura del pianeta, sarà ripresa innumerevoli volte nella serie “Star Trek” che da li a un paio d’anni cambierà il volto della fantascienza mondiale.

A questo film io voglio bene, un po come tutti i film di Bava, ma questo ha un posto speciale nel mio cuore, perché è stato il seme che ha germogliato tutta la fantascienza che ho visto in questi anni, e che dimostra ancora una volta che fino agli anni ’70 sapevamo fare del buon cinema.

Annunci

One thought on “Mario Bava: Terrore nello spazio (1965)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...