Belle e Sebastien (2013)

1

Durante la seconda guerra mondiale, il piccolo orfano Sebastien trova l’amicizia di Belle, una grande femmina di cane dei Pirenei che abita nei boschi attorno al paese e che dovrà difendere da chi la ritiene un feroce e pericoloso predatore. Belle e Sebastian riusciranno infine a dimostrare tutto il loro valore portando in salvo al di là delle montagne una famiglia di fuggitivi inseguiti dai militari tedeschi.

  • REGIA: Nicolas Vanier
  • SCENEGGIATURA: Juliette Sales, Fabien Suarez,Nicolas Vanier
  • ATTORI: Félix Bossuet, Tchéky Karyo, Margaux Chatelier, Dimitri Storoge, Mehdi, Urbain Cancelier

Questo film è il classico film per famiglie o di formazione, insomma i classico film da vedere con la scuola, tratto dai racconti della scrittrice francese Cecil Aubry e reso famoso dall’omonima serie animata degli anni 80, oggi viene riproposto in forma filmica. Il risultato è sicuramente meritevole, la trama è nota ed è inutile parlarne più di tanto, voglio piuttosto concentrarmi sull’aspetto comunicativo del film. Che come dicevo è un ottima rappresentazione di film di formazione, poco innovativo, ma di sicuro effetto.

2

Classica storia dove il bambino cresciuto senza i genitori, taciturno e che vive in zone isolate (qualcosa riporta in mente Heidi? La Svizzera non è tanto lontana…) scopre l’amicizia e il suo coraggio grazie a un “mostro” che di fatto non è mostro ma lo è diventato a seguito delle crudeltà ricevute (dagli umani).

Didattico fin quando si vuole, forse anche un po lento ma visivamente meraviglio, i paesaggi sono da documentario e tolgono il fiato, il protagonista è stupendo. Parlo ovviamente di Belle, cane appartenente alla razza dei cani da montagna dei Pirenei (i Patou) che cattura l’attenzione oltre che dello spettatore giovane anche di quello più adulto per la sua assoluta bellezza. Il film ha avuto un grande successo, segno che questo tipo di storia riesce ancora a far breccia (e merito dei “giovani vecchi” che ricordavano la storia animata) , può risultare noioso in alcuni punti e stucchevole in altri (redenzione per tutti, anche per i cattivi nazisti) , ma sicuramente è un toccasana per l’anima, buona visione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...