Contagious – Epidemia mortale (Maggie – 2015)

1

Regia: Henry Hobson.

Attori: Arnold Schwarzenegger, Abigail Breslin, Joely Richardson, Laura Cayouette, J.D. Evermore, Dana Gourrier, Amy Brassette, Raeden Greer, John L. Armijo, Denise Williamson, Mattie Liptak, Taylor Ashley Murphy, Aiden Flowers, Wayne Pére, Douglas M. Griffin, Tim Bell, Bryce Romero, Christine Tonry

Quando una pandemia mortale si diffonde nel paese arrivando a contagiare anche le piccole città dell’America più profonda, le autorità stabiliscono un ferreo protocollo per i pazienti affetti dal virus: devono essere allontanati dal contatto con gli altri umani e messi in isolamento in speciali reparti. Su quello che succede dopo ai contagiati, le autorità tacciono. Ma Wade Vogel non è pronto a rinunciare a sua figlia Maggie. Dopo settimane alla ricerca della ragazza, fuggita una volta venuta a conoscenza della sua diagnosi, l’uomo la trova e la riporta a casa dalla matrigna Caroline e i suoi due figli. Dopo aver perso la moglie anni prima, Wade è determinato a tenere con sé l’amata figlia il più possibile, rifiutandosi di lasciarla nelle mani della polizia locale presentatasi con l’ordine di prenderla in custodia. Con il progredire della malattia, però, Caroline decide di prendere i suoi due figli e andare via da casa, lasciando Wade da solo a guardare impotente Maggie straziarsi nella sua lenta trasformazione in uno zombie.

Parlare di Maggie non è un’impresa semplice, c’è molto da dire e il rischio che qualcosa possa sfuggire è alto. Intanto chiamerò questo film con il suo titolo originale, quindi Maggie, mai con quello affibbiato dalla distribuzione italiana che danneggia (tanto per cambiare) il film stesso, visto che lo spettatore abbina la figura classica di Schwarzenegger con quella degli zombie (ormai una moda) pensando di trovarsi di fronte un film di azione fantascientifico e rischiando di non capire quale preziosità andrà a vedere.

Forse sono troppo prevenuto sul pubblico ma immagino le reazioni arrivati ai titoli di coda, o si ama questo film oppure sarà odio.

La mia opinione verrà fuori da questo articolo: l’epidemia di zombie l’abbiamo vista in tutti i modi e sotto tutte le prospettive, in questo caso sembra che la situazione sia quasi sotto controllo, anche se il film trasmette l’assenza di vita senza (facili) emozioni forti,non si salta sulla poltrona, non ci sono urla, ne sangue o figure mostruose,c’è un grigiore e una luce fredda da inverno nucleare. Tutto è desolazione, le persone sono desolate, la vita stessa sembra essere fuggita dal mondo, una vaga normalità quasi finzione prova a essere interpretata dai superstiti che si ostinano a credere che ancora esista qualcosa, ma qui non ci si concentra sul dramma del genere umano, ma su una normale famiglia di agricoltori che si ritrovano ad affrontare la morte giorno per giorno della figlia maggiore, Maggie.

2

Tra ricordi della vita che era stata, piccole nostalgie e silenzi il film avanza inesorabilmente verso una fine prevedibile ma non meno emozionante, Schwarzenegger è immenso a costo di sembrare eccessivo (e me ne frego) affermo che questo è il suo miglior film, dove tolti i muscoli e le armi, l’attore Schwarzenegger dimostra la sua grandezza e forza. Il dolore che trasmette sapendo che non potrà fare nulla per la figlia, dovendo affrontare una scelta devastante per qualsiasi genitore colpisce lo spettatore molto di più qualsiasi azione o parola, infatti il film è avido di parole ma pieno di silenzi e di una musica importante ma leggera quasi timida che accompagna le scene. Il finale spacca il cuore, Schwarzenegger fa tenerezza e forse è la natura evoluzione di un personaggio-attore come lui, qualcosa di simile l’ho visto negli ultimi film di Wayne (paragone che già in passato avevo portato ad esempio). Una sorpresa assoluta che dividerà il pubblico, un’opera di altissimo livello, che spazza via tanta bruttura di genere (zombie), una prova attoriale immensa, insomma un bellissimo film che merita di essere visto e ricordato e che sarà (chissà) un nuovo inizio per Schwarzenegger (cosa che spero vivamente) , visto che ci ha permesso di conoscere un lato cosi profondo del suo essere attore.

Il film uscirà nelle sale italiane a fine giugno, speriamo in un doppiaggio opportuno e che il pubblico premi qualcosa di nuovo e prezioso.

 

Annunci

One thought on “Contagious – Epidemia mortale (Maggie – 2015)

  1. Pingback: Terminator Genisys (2015) | 70millimetri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...