Duri si diventa (Get Hard – 2015)

1

Quando il milionario James (Will Ferrell), manager di una società di fondi comuni di investimento, viene inchiodato per frode e condannato a scontare una pena nella prigione di San Quentin, ottiene dal giudice 30 giorni per mettere in ordine i suoi affari. Disperato, l’uomo chiede a Darnell (Kevin Hart) di aiutarlo per evitare una vita dietro le sbarre, ma cosa ne può sapere della prigione Darnell – un piccolo affarista che lavora sodo e non ha mai ricevuto neanche una multa per divieto di sosta? Insieme, i due uomini faranno quel che occorre perché James diventi un “duro”e man mano scopriranno quanto entrambi si sbagliassero su tante cose – compresa l’idea che avevano l’uno dell’altro.

Una battuta del “The Cleveland show” diceva che alcune cose capitano solo nelle serie pensate dai bianchi ma con protagonisti i neri , divertente battuta che si riferiva ai “Robinson” serie cult degli anni 80. Ora questo modo di agire non si è fermato li ma è andato avanti, uno degli esempi più famosi è “Un ciclone in casa” con Steve Martin del 2003 che portava sullo schermo lo scontro sociale tra due realtà , quella di un ricco avvocato e quella di una giovane afroamericana con la fedina penale sporca.

2

 

In Duri si diventa, invece viene riproposto sempre il binomio bianco ricco nero povero, ma questa volta il bianco dovrebbe finire in galera e il nero dovrebbe addestrarlo per sopravvivere (qualcuno si ricorda Una poltrona per due?) . Ci  sono tutti gli stereotipi del genere, il bianco è un fesso viziato, il nero non è mai stato in galera ma fa finta di si perché non ha possibilità di emergere nella società americana odierna, ovviamente il bianco ha dei parenti orridi e malvagi ma anche il nero non scherza con un cugino capo di una gang.  A questo si aggiungono vestiti da street-gangster, atteggiamenti vari e robe cosi.

Insomma filmetto per passare la serata, più sboccato e meno familiare di Un ciclone in casa ma divertente quanto basta, Kevin Hart è quello che realmente colpisce lo spettatore, mentre Will Ferrell gioca sempre a fare se stesso, ma agli americani piace tanto, buona visione.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...