Kristy (2014)

1

Justine è una studentessa, durante il Giorno del Ringraziamento decide di rimanere nel campus universitario ormai lasciato deserto dai sui compagni che hanno preferito tornare a casa per le feste. Una notte mentre si trova al supermarket, viene notata e presa di mira da una ragazza, che fa parte di una gang che seleziona e sceglie le sue vittime, soprannominandole: “Kristy”. Da qui inizia l’inseguimento della povera e spaventata Justine che rimasta sola e indifesa diventa una facile preda. Nel campus parte una caccia spietata all’ultimo respiro, Justine presa dal panico cerca in tutti modi di fuggire e nascondersi ma con scarsi risultati. A questo punto si rende conto che l’unico modo per sopravvivere è superare le sue paure e affrontare il nemico, per provare a trasformarsi da preda a cacciatrice.

Il difetto più grande che può avere un film è l’ovvietà, cioè tutta quella serie di cliché e stereotipi che contraddistinguono il protagonista o i protagonisti. Questo è ancora più grave con gli horror, dato che ormai abbiamo visto di tutto e lo spettatore medio con internet ha avuto modo di confrontarsi anche con l’orrore vero non si può ancora proporre i corridoi bui, le luci che lampeggiano e gli inseguimenti.

RANDOM

Semplicemente non si può più, è fuori luogo , è inopportuno e non andrebbe nemmeno finanziato. Insomma bisognerebbe premiare le idee originali e fare affondare quelle vecchie, ovvie e scontate. Ma purtroppo non funziona cosi ed ecco allora che  si ricomincia, il branco che insegue la prede per ragioni sconosciute (o caspita che idea geniale, wow… la violenza senza spiegazione fine a se stessa, ma non se ne parlava in Arancia Meccanica?) e la preda che improvvisamente diventa cacciatore (la preda cacciatore, quale dei centinaia di titoli potrei citare per farmi bello? Vediamo mi butto su qualcosa di artito: Rambo).  Film breve e veloce, sin da subito ti fa capire che l’assenza di azione nella prima parte del film è il preludio di un film veloce e palpitante, quindi a me non è piaciuto più di tanto perché ha lo spessore di un foglio di carta velina, ma a chi piace il genere survival sicuramente apprezzerà, poi che la gente abbia pessimi gusti è tutt’altra faccenda.

Buona (noiosa) visione.

P.s. quasi per sbaglio mi è capitato di vedere su uno di quei canali satellitari un caso di cronaca nera americana, ambientato circa 10 anni fa in un campus di studenti, dove alcuni promettenti giovani satanisti capitanati da una certa Kristy hanno fatto fuori un paio di studentesse. Non sono riuscito a recuperare le news su internet, ma comunque… evviva l’originalità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...