L’oro di Mackenna (Mackenna’s gold – 1969)

01

Lo sceriffo Mackenna scopre una mappa che indica dove si troverebbe un leggendario giacimento d’oro. Un bandito lo costringe a guidarlo alla miniera.

  • REGIA: J. Lee Thompson
  • ATTORI: Gregory Peck, Omar Sharif, Telly Savalas, Camilla Sparv, Keenan Wynn, Eli Wallach, Raymond Massey, Burgess Meredith, Julie Newmar, Edward G. Robinson, Anthony Quayle, Ted Cassidy,Eduardo Ciannelli, Lee J. Cobb

Western minore ,forse un po dimenticato con una marea di attori famosi e un (come sempre) notevole Gregory Peck, che si ritrova in un ruolo un po stretto. Sarà che alla fine il paragone è sempre con “Il buio oltre la siepe” ma fatto sta qui l’unico spessore del protagonista è quello di essere vagamente filo indiano.

La storia riprende l’idea classica del tesoro nascosto e di vari personaggi che cercano questo tesoro, e quest è il vero problema del film,, pur avendo una trama debole si poteva comunque (tipico del western) tirarne fuori una storia di un certo spessore o quanto meno di una certo feeling, invece ci si ritrova davanti un film-macigno che non riesce mai a decollare anzi gli stessi attori sembrano stanchi, scena dopo scena.

02

E proprio sugli attori bisogna sottolineare che c’è il meglio di Hollywood oltre Peck, un bravo (forse più bravo di tutti) Omar Sharif, una bellissima Julie Newmar (Catwoman nel telefilm di  Batman) , Telly Savalas (bieco come pochi), Burgess Meredith (il pinguino sempre in Batman) , Lee J. Cobb, Eli Wallach  e in un piccolo ma significativo cammeo Edward G. Robinson.

A questo tripudio attoriale si aggiunge la voce di Jose Feliciano (narratore e colonna sonora) e l’aspetto visivo. Infatti il film è girato in panavision con delle bellissime riprese aeree dei canyon che tutt’ora a distanza di 40 anni toglie il fiato, merito dei luoghi stupendi e del panavision che rimane uno standard cinematografici tra i più emozionanti.

Per gli amanti dei western, del cinema classico hollywoodiano è imperdibile per tutti gli altri potrà risultare un po lento a fronte delle due ore di film, ma ciononostante interessante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...