Gli specialisti (1969)

1

Hud, famoso pistolero, giunge nella città di Blackstone, dove suo fratello Charlie, accusato di un furto alla banca locale, è stato ucciso. Hud si propone due scopi: smascherare il responsabile della morte del fratello e ritrovare la refurtiva misteriosamente scomparsa. Dopo essere sfuggito a due attentati, Hud, provocato, uccide un uomo coinvolto nell’assassinio di Charlie e per sottrarsi all’arresto si rifugia presso El Diablo, temuto bandito messicano. Grazie all’aiuto di questi, il pistolero riesce a recuperare l’intera refurtiva.

  • REGIA: Sergio Corbucci
  • ATTORI: Johnny Halliday, Gastone Moschin,Mario Adorf, Françoise Fabian, Sylvie Fennec,Serge Marquand, Angela Luce, Gino Pernice,Mimmo Poli, Franco Marletta, Renato Pinciroli, Lucio Rosato, Gabriella Tavernese,Andrés José Cruz Soublette, Arturo Dominici,Remo De Angelis, Christian Belaygue,Stefano Cattarossi

Alcuni anni fa, mi trovavo sdraiato in un letto di un hotel in Francia, guardando la tv e non capendo nulla. Ma questo mi capita anche in Italia a volte, comunque tra uno zapping francese e l’altro notai che quasi tutti i telegiornali parlavano del malore che aveva colpito il famoso cantante rock francese Johnny Halliday, ed era una notizia davvero martellante. Non avevo idea di chi fosse, sapevo solo che il nome era un pessimo inglesismo.

Qualche giorno fa mentre elucubravo sulle ingiustizie della vita, passa in televisione un western.

I western attirano sempre la mia attenzione, ritengo che sia un genere puro, per bambini che non vogliono crescere e vedo che il protagonista non è altro che Johnny Halliday, giovane e affascinoso stile Clint Eastwood di Leone, poi vedo Gastone Moschin e rimango perplesso in un suo ruolo western, valuto se restare o meno e alla fine mi compare : regia di Sergio Corbucci. La scelta era fatta, dovevo vedere quel film, e ho fatto bene! (bravo pat pat).

02

L’idea è quella di riprendere un certo tipo di protagonista western, appunto alla Leone, taciturno e belloccio a questo si unisce una storia di vendetta, soldi e criminali e il contrappeso è fornito da Moschin in un ruolo semi serio. Alla fine il film si rileva una variazione Leoniana al genere includendo però anche gli aspetti del maggio francese, sopratutto presenta uno dei più strani finali del cinema western italiano, senza cadere nel cialtronismo (che a volte è pure piacevole) però visivamente colpisce.

Oltre al messaggio politico più o meno celato , va sottolineata la crudezza di alcuni scontri e la sparatoria pre-finale che fa vittime impensabili. Halliday è una figura silenziosa, bravo Moschin e sottotono Adorf, bellissime tutte le attrici femminili che conquistano con la loro presenza. Consiglio la visione a tutti gli amanti del western all’italiana (in salsa francese) e ai fan di Corbucci.

P.s.

Halliday alla fine si è ripreso e ho ascoltato anche la sua musica, non mi piace.

Annunci

2 thoughts on “Gli specialisti (1969)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...