Sausage Party (2016)

1

Una salsiccia in crisi esistenziale alla testa di un gruppo di prodotti da supermercato in missione per scoprire la verità su ciò che realmente accade quando vengono scelti e lasciano il negozio di alimentari, tra corridoi e strani incontri, non sarà semplice.

  • REGIA: Greg Tiernan, Conrad Vernon
  • ATTORI: James Franco, Kristen Wiig, Jonah Hill, Seth Rogen, Salma Hayek, Edward Norton, Michael Cera, David Krumholtz, Nick Kroll, Conrad Vernon

L’animazione per adulti è un genere abbastanza trascurato , già il termine “per adulti” fa immediatamente immaginare cose sbagliate, in realtà il senso è quello di raccontare storie senza smussare quegli angoli descrittivi che si applicano all’animazione comune. I fumetti hanno da sempre spaziato in questo senso, l’animazione un po meno per quanto lo stesso Disney durante la seconda guerra mondiale cedeva i suoi personaggi per spot propagandistici. Dopo di allora gli autori sono davvero pochi, principalmente si può ricordare Bakshi e in tempi recenti Parker e Stone.

Fino ad oggi, già il titolo Sausage party è decisamente allusivo, come tutto il film d’altronde che supera la mera allusione per spingersi molto più in la, ma non volgarmente gratuito ma sempre seguendo una trama e un discorso che invece è notevolmente serio. La filosofia di tutto il film è : perché aspettare un non precisato futuro per vivere felici? Una ovvietà che in tutte le salse (ed è il caso di dirlo) è vera e mai ascoltata, da questa filosofia ne nasce un film dove variegati cibi da supermercato attendono di essere comprati per essere felici non sapendo la vera fine che faranno.

2

Essendo un film scorretto,cattivo e volgare colpisce tutti : donne, uomini, ebrei, musulmani, gay, lesbiche, nazisti, messicani, bigotti, 11 settembre e drogati e tanti altri che mi sfuggono. Insomma non ne manca uno, anzi vengono sottolineate ancora di più la diversità dalla canzoncina di apertura salvo che tutti puntano a un certo Oltre dove si starà tutti meglio.

E il cerchio si chiude proprio con il finale, liberatorio eccessivo e volgare dove appunto la felicità non viene sperata ma vissuta.

Non credo che ci saranno gadget del film, penso con divertimento a quei genitori distratti che avranno portato i figli a vedere il film (si lo so che c’è il vietato ai minori ma figurati se lo rispettano) , cosi come accadde con South Park il film, ma sopratutto mi chiedo se questo film sarà un inizio di qualcosa o semplicemente un colpo singolo in mezzo ai tanti titoli che escono ogni anno.

Posso dire che il film è divertente, cattivo e liberatorio, forse l’idea di base è un po banale, ma nella sua banalità è assolutamente vera anche se poco realizzabile.

P.s. se ne avete la possibilità, vedetelo in inglese alcune battute (jews/juices) sono intraducibili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...