Il luogo delle ombre (Odd Thomas – 2014)

1

Il film racconta di un mondo fantastico, sovrannaturale, animato da esseri e anime che cercano, costantemente, di interagire con il mondo vivente. Protagonista del fantasy è Odd Thomas, un giovane cuoco di una tavola calda in una piccola città nel deserto americano prescelto dagli esseri ultraterreni quale intermediario tra i due universi. Odd, che è perdutamente innamorato della bella Stormy Llewellyn, cerca in tutti i modi di aiutare le anime senza pace che si mettono in contatto con lui, che vogliono giustizia e che, a volte, aiutano a risolvere casi e crimini di ogni tipo. Tutto scorre sereno, fino all’arrivo nella cittadina di Pico Mundo di un uomo misterioso circondato da un gruppo di ombre simili a iene che lo seguono ovunque vada. Neppure i fidi informatori di Odd sono in grado di capire chi sia. L’unico indizio è una pagina strappata da un calendario giornaliero, quella del 15 agosto…esattamente 24 ore dopo al tempo in cui si svolge la vicenda…

  • REGIA: Stephen Sommers
  • ATTORI: Anton Yelchin, Willem Dafoe, Addison Timlin, Nico Tortorella, Melissa Ordway, Patton Oswalt, Gugu Mbatha-Raw, Ashley Sommers, Leonor Varela, Shuler Hensley

Da un romanzo di Dean R. Koontz un film che promette tanto ma mantiene poco. L’idea non sarebbe male seppur più volte usata, ma purtroppo tutto si perde dietro a dei dettagli che distruggono una trama potenzialmente interessante. I dettagli di cui parlo sono la scarsezza degli effetti speciali di bassa qualità e poco definiti. A questo aggiungiamo una trama che è scollacciata e poco omogenea, dove non ci sono approfondimenti o particolari attenzioni ai protagonisti principali, tutto scorre via e e si perde interesse agli avvenimenti. E poi c’è il finale che è sinceramente debole e che ha una certa comunanza con un famosissimo film di qualche anno fa.

2

Il film l’ho visto per caso su Sky, credo che in realtà oggi sia stato in parte rivalutato non tanto per il film in se o perché arriva da un romanzo di Dean R. Koontz, che purtroppo non ho letto, ma solo perché il protagonista Anton Yelchin è tristemente morto prima del tempo a causa di un assurdo incidente. Alla regia Stephen Sommers che si è fatto le ossa sempre con film di genere fantastico ma di sicuro non di alto livello e nemmeno questa volta ha disatteso le aspettative, ora il punto è : il romanzo sarà meglio? Sicuramente si , come sempre, però il dubbio rimane e quindi non so se la colpa sia tutta del film o anche del romanzo, magari qualcuno di voi potrà dirmi qualcosa in merito.

Ma tornando al film da dimenticare presto.

Piccoli brividi (Goosebumps – 2015)

1

Zach Cooper è un adolescente sconvolto per il trasferimento da una grande ad una piccola città. La sua vicina di casa è una bella ragazza, Hannah, che vive con un padre misterioso che si rivela essere RL Stine (Jack Black), l’autore della serie di bestseller “Piccoli brividi”. Zach scopre che il padre di Hannah è prigioniero della sua stessa immaginazione e che i mostri che hanno reso famosi i suoi libri sono reali. Stine protegge i suoi lettori tenendoli rinchiusi nei libri fino a quando Zach involontariamente libera i mostri dai loro manoscritti e questi iniziano a terrorizzare la città. Sarà compito di Stine, Zach e Hannah riportarli tutti indietro nei libri a cui appartengono.

  • REGIA: Rob Letterman
  • ATTORI: Dylan Minnette, Odeya Rush, Jack Black, Halston Sage, Amy Ryan, Ken Marino, Timothy Simons, Ryan Lee

La letteratura per ragazzi è sempre stata fondamentale per il futuro di generazioni di lettori, se si inizia a vedere i libri come un utile e piacevole passatempo e non come un impegno, crescendo resteranno amici e sicuramente avranno un effetto positivo sullo sviluppo delle persone. Leggere è comunque una cosa positiva indipendentemente da quello che si legge, se i ragazzi riscoprissero i classici come Stevenson, Melville o Dickens sarebbe ottimo, ma anche la serie Harry Potter o Piccoli Brividi è sicuramente meglio di un qualsiasi videogioco o telefonino.

L-r, Odeya Rush, Jack Black, Ryan Lee and Dylan Minnette star in Columbia Pictures' "Goosebumps."

La serie piccoli brividi ha avuto un enorme successo negli ultimi vent’anni vendendo parecchie copie e finalmente ne è stato tratto un film degno di nota, con Jack Black che interpreta il lunatico scrittore della serie piccoli brividi che nasconde un segreto sulla creazione dei suoi personaggi. Il film rispecchia i libri riuscendo a essere un film per ragazzi con una bella storia, giustamente paurosa, con personaggi tipici del genere ma anche con battute ironiche sul confronto con il re dell’horror Stephen King.

Il film si può inserire nei classici di genere (di solito anni 80) come Scuola di mostri, Gremlins, La storia fantastica e cosi via.

Un bel film, il migliore visto questa settimana, divertente, ben fatto e senza eccessive pretese, bello il cammeo del vero scrittore , che a fine film incrocia Jack Black suo alter ego cinematografico, da vedere.