Agguato ai tropici (Across the pacific – 1942)

1

Agente del controspionaggio USA s’imbarca su piroscafo dove viaggia professore venduto ai giapponesi. Conclusione nella giungla di Panama.

  • GENERE: Spionaggio
  • ANNO: 1942
  • REGIA: John Huston
  • SCENEGGIATURA: Richard Macaulay
  • ATTORI: Humphrey Bogart, Mary Astor, Monte Blue,Spencer Chan, Roland Drew, Chester Gan, John Hamilton, Roland Got, Sydney Greenstreet, Keye Kuke,Richard Loo, Lester Matthews, Paul Stanton, Tom Stevenson, Victor Sen Yung, Rudy Robles, Kam Tong,Lee Tung Foo, Frank Wilcox, Charles Halton

Agguato ai tropici o lo si ama o lo si odia.

Ci sono tutti gli elementi per un film epocale che purtroppo non avviene, sia gli attori che il regista che ci hanno regalato “Il mistero del falco” , i personaggi e la trama ricordano Casablanca (stesso anno) eppure il film non decolla.

2

Ma questo non fa (per me) di Agguato ai tropici un brutto film ,ma solo un film di propaganda che forse sarebbe potuto diventare qualcosa di più, sicuramente è da vedere, perché alcune scene e ovviamente la presenza di Bogart meritano, e sarà piacevole per i più nostalgici notare le assonanza con gli altri film sopracitati, con occhio benevolo vi divertirà.

Annunci

True Lies (1994)

true-lies-one-sheet-movie-poster-x2000

 

Harry Tasker, agente speciale dell’Omega Sector della CIA, specializzato nel controspionaggio nucleare, indaga in Svizzera in una lussuosa villa, su una nuova organizzazione terroristica medio orientale, finanziata dallo sceicco Khaled, il cui computer viene collegato al furgone dove sono appostati i colleghi Gib e Faisil. Mentre quest’ultimo copia i dati, Harry si cimenta in un tango con la bella Juno Skinner, che vende antiquariato persiano, ma deve congedarsi bruscamente perché scoperto, e si allontana facendo saltare la villa e uccidendo gli inseguitori. La moglie Helen, che lo crede impiegato in una ditta di computer, lo aspetta invano con la figlia Dana per il compleanno: il festeggiato, inseguito dai terroristi, ne sgomina alcuni nella toilette di un grande magazzino, e poi insegue a cavallo Aziz, il loro capo, che fugge in moto su per un grattacielo, e si salva gettandosi dal tetto nella piscina sottostante. Il cavallo, sottratto ad un poliziotto, si rifiuta di saltare ma salva la vita ad Harry, sospeso nel vuoto. Questi invita la moglie a pranzo per farsi perdonare ma scopre che costei si consola con Simon, un venditore d’auto che per conquistare le donne frustrate finge di essere un agente…
GENERE: Spionaggio
REGIA: James Cameron
SCENEGGIATURA: James Cameron
ATTORI:
Arnold Schwarzenegger, Jamie Lee Curtis, Tom Arnold, Bill Paxton, Tia Carrere, Eliza Dushku, Grant Heslov, Art Malik, Marshall Manesh, Jane Morris, Dieter Rauter, Crystina Wyler, Katsy Chappell, James Allen (III), Charlton Heston

Questo film ruota attorno a tre persone, due attori e il regista; era il 1994 Cameron ben lontano dai fasti di Titanic era un bravo regista che usciva da diversi film di genere fantascientifico, famoso per il suo Terminator si ritrovò di nuovo a lavorare con Schwarzenegger , il nostro Arnold usciva da un flop (tutto sommato nemmeno tanto brutto) che si intitolava Last Action Hero e la sua carriera aveva subito una pausa d’arresto e infine una delle più belle donne del cinema Jamie Lee Curtis che pur lavorando in modo costante anche a produzioni di un certo successo non riusciva a fare un salto di qualità con qualche mega produzione.

True-Lies-Arnold-Schwarzenegger-Jamie-Lee-Curtis

Improvvisamente i tre si ritrovano riuniti in un progetto nuovo, che prevede un action con elementi classici da spy story (diversi riferimenti a 007) ma anche una vena da commedia che in quel periodo Schwarzenegger corteggiava.  Ebbene da questo cocktail ne esce uno dei più interessanti film degli anni ’90, pieno di ironia e azione, con una moderata violenza fine alla storia ma anche con delle riprese di ampio respiro cosi rare nei film action di Schwazenegger, questo è ancora più impreziosito da piccoli momenti di vero cinema, dalla scena dello strip della Curtis che si trasforma in femme-fatale con d’altro lato un “misterioso” personaggio che cerca di riconquistare sua moglie (e bisogna dirlo risulta molto più ironico qui Arnold che in altri film tipicamente del genere comedy) , ma non basta abbiamo un bellissimo bacio con esplosione atomica per sfondo. O ancora un Charlton Heston che sembra uscito dagli Xman o un Bill Paxton e un Tom Arnold che da brave spalle rendono il film scoppiettante. E infine la scena del tango dimostra quanta bravura può esserci in un attore abituato a fare altro, quando viene diretto da un regista che sa il fatto suo.

true-lies-1994-07-g

Insomma un gioiello di genere che sicuramente va annoverato tra i 5 film imperdibili di Schwarzenegger , la Curtis grazie al suo ruolo venne ricoperta di riconoscimenti rilanciando la sua figura professionale e facendo riscoprire al mondo quanto fosse sensuale.  Voglio chiudere con una notizia quest’anno dovrebbe uscire la versione restaurata e in blu ray, imperdibile.